Press
Agency

Due pedoni investiti ed uccisi a Roma

È polemica per tratto illuminato ma senza strisce su lungotevere Diaz

Ancora vittime sulle strade di Roma. Un uomo di 40 anni è stato investito ed ucciso questa notte, intorno alle ore 2:30, mentre camminava nel Lungotevere maresciallo Diaz, nei pressi del ponte Duca d'Aosta. Poco prima, verso le ore 21:30 un altro pedone, questa volta di 46 anni, è stato travolto da un suv davanti alla stazione metropolitana di Eur Magliana. L'ultimo investimento fatale risaliva al 5 febbraio sul Lungotevere Flaminio: vittima una donna di 49 anni.

Stando a quest'ultimo incidente stradale, secondo quanto si apprende, una Renault Kadjar guidata da un uomo ha travolto il pedone, di origine romena, mentre stava attraversando la strada in via di Val Fiorita, non è chiaro se all'altezza delle strisce pedonali o meno. Il conducente si è fermato a prestare i primi soccorsi. Il medici del 118 hanno traportato la persona investita, in condizioni critiche, all'ospedale "Sant'Eugenio", dove è deceduta. Sul posto è intervenuta la Polizia locale di Roma capitale e gli agenti di Polizia del gruppo Eur.

Nella notte un altro pedone è stato investito ed ucciso a Roma, sul lungotevere. Si tratta di un ragazzo di 40 anni travolto da una Audi A3 e deceduto sul colpo. Ed è polemica per quel tratto di strada illuminato ma sprovvisto di strisce pedonali. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia locale, della Polizia di Stato ed i soccorritori del 118 con un'ambulanza ed un'automedica. 

Suggerite

Crescita continua immatricolazioni auto nei mercati europei (2)

Impennata ad aprile: trend positivo

Positivi tutti e cinque i major market nel mese: Spagna +23,1%, Germania +19,8% e Francia +10,9%, seguiti da Italia (+7,7%) e Regno Unito (+1%), dichiara così in una nota Anfia (Associazione nazionale... segue

Italia valuta ingresso di un secondo produttore di automobili

Investire nella capacità interna: opportunità per il settore nazionale

Il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, intervenuto su "Radio 24" a "Mattino 24", ha aperto alla possibilità che un secondo produttore di automobili, anche di origine cinese, possa i... segue

Scambi commerciali giapponesi: deficit in aumento per yen debole

Impatto svalutazione moneta su economia e commercio nipponico

Nel mese di aprile, il deficit commerciale del Giappone ha subito un incremento di quasi l'8% rispetto all'anno precedente, causato principalmente dalla debolezza dello yen, che ha fatto lievitare il costo... segue