Press
Agency

Nasce nuova società nei servizi di mobilità integrata e sostenibile

In particolare aeroporti e reti autostradali

Un rinnovato assetto azionario, un nuovo management, nuove linee-guida di sviluppo che guardano all’internazionalizzazione ed alla conquista del primato globale sul fronte della gestione infrastrutturale e dei servizi di mobilità integrata e sostenibile. Sono questi i cardini di Mundys, la nuova realtà nata da un profondo processo di trasformazione a cui ha fatto seguito la conclusione dell’offerta pubblica di acquisto conclusasi lo scorso dicembre. Il suo obiettivo strategico è di proseguire nella crescita e nella modernizzazione del Gruppo, investendo in infrastrutture sostenibili (in primis aeroporti e reti autostradali) ed in innovazione tecnologica, accompagnando le persone durante tutte le fasi del proprio viaggio, sia urbano che di lungo raggio, attraverso servizi di qualità e massimamente attenti al rispetto dell’ambiente. 

Già oggi è presente in 24 Paesi, con asset iconici e strategici e con infrastrutture e servizi integrati tra loro. Ogni anno sulle reti del Gruppo vengono effettuati oltre 3 miliardi di transiti di automezzi leggeri e pesanti, mentre gli aeroporti italiani (Fiumicino e Ciampino) e francesi (Nizza, Cannes e Saint Tropez) ospitano 60 milioni di passeggeri ed ulteriori 7 2 milioni di persone usano i servizi di mobilità di Telepass. 

Mundys è anche presente in più di 600 grandi città in tutto il mondo (tra cui Londra, Miami, Singapore, Bogotà) con innovative piattaforme di mobilità urbana che consentono lo snellimento del traffico e la riduzione delle emissioni. Sono oltre 23.000 i dipendenti della nuova realtà, di cui circa 6000 solo in Italia. Il nuovo nome della holding -deliberato dall’assemblea straordinaria degli azionisti tenutasi il 14 marzo- e le linee-guida di crescita dei prossimi anni sono stati presentati oggi a Milano, dove Giampiero Massolo (presidente di Mundys), Alessandro Benetton (presidente di Edizione e vicepresidente di Mundys) ed Enrico Laghi (ceo di Edizione) hanno riunito per la prima volta i vertici delle principali asset company del Gruppo: José Aljaro Navarro (ad di Abertis) insieme ad Ana Bonet Olivart (ad di Elizabeth River Crossing), Gabriele Benedetto (ad di Telepass), Franck Goldnadel (ceo di Aéroports de la Côte d’Azur), Diego Savino (ceo di Grupo Costanera), Marco Troncone (ad di Aeroporti di Roma), Jan Villwock (cfo di Yunex Traffic).

Collegate

Mundys approva relazione annuale integrata 2022

Nominato Andrea Mangoni in qualità di ad

Il consiglio di amministrazione di Mundys SpA, riunitosi ieri sotto la presidenza di Giampiero Massolo, ha esaminato ed approvato la relazione annuale integrata 2022 che include il progetto di bilancio... segue

Mundys scommette sulle 'autostrade verdi'

I programmi di sostenibilità dei Gruppi Abertis e Costanera

Il Gruppo Atlantia, holding della famiglia Benetton, cambia nome e diventa Mundys e tra le nuove iniziative c'è un piano di investimenti da 10 miliardi di Euro per decarbonizzare le società che operano n... segue

Suggerite

Valico Brennero: "Sia ristabilita libera circolazione merci"

Lo afferma il presidente di Fai Conftrasporto Paolo Uggè

La Federazione autotrasportatori italiani (Fai), associazione che raduna gli imprenditori del settore, punta il dito contro la presidenza della Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige: "Non è con tavoli... segue

"Protezionismo contro la Cina danneggia Bruxelles"

La parole dell'ad di Mercedes-Benz, Ola Kaellenius

La casa automobilistica tedesca Mercedes-Benz ha pubblicato oggi i risultati trimestrali riguardo il periodo settembre-dicembre 2023: fatturato in aumento a 153,2 miliardi di Euro (+2% sul 2022) ma utile... segue

Seat Ibiza compie 40 anni

Prodotta per l'occasione l'Anniversary Limited Edition

La casa automobilistica spagnola Seat (Gruppo Volkswagen) celebra il 40esimo anniversario di uno dei suoi modelli più noti: la Ibiza. Per l'occasione l'azienda con sede a Martorell, in Spagna, lancia... segue