info

cancel

directions_carBmw brevetta la ruota a traino che diventa una moto

L'azienda vuole puntare con decisione sulle auto elettriche

Le auto elettriche stanno dominando inevitabilmente e anche un po’ giustamente le discussioni attuali del mondo delle quattro ruote. Non si fa che pensare a come migliorare il comparto e non mancano i brevetti curiosi. L’ultimo in ordine temporale che sta destando una certa curiosità è quello di Bmw. La casa automobilistica tedesca ha infatti pensato a un range extender, per la precisione un rimorchio da installare nelle vetture ad alimentazione elettrica. Di cosa si tratta nello specifico? Se si descrive l’invenzione in modo sommario e senza approfondire il tutto, si potrebbe parlare di una ruota trainata da un veicolo. In effetti, l’aspetto è proprio quello di una ruota che viene fatta girare da un veicolo che appunto genera energia e che riesce ad aumentare l’autonomia della macchina. D’altronde la principale preoccupazione degli automobilisti, quando si parla di questa divisione, è quella di rimanere senza rifornimento.

Con la benzina e il diesel si sa come destreggiarsi, con le auto elettriche è tutto nuovo e da scoprire invece. Il progettista ha anche aggiunto una seconda ruota, tanto da trasformare il brevetto nel suo complesso in una moto vera e propria. Quali sono gli utilizzi che possono essere fatti (sempre che l’invenzione diventi realtà)? Le due ruote che si ottengono grazie all’intuizione tecnologica di Bmw servono a sfruttare il generatore mentre il veicolo è in movimento, potenziando di continuo l’autonomia. Inoltre, quando la sosta termina, il mezzo a due ruote diventa l’occasione perfetta per un po’ di divertimento. Lo schema depositato dalla compagnia teutonica mostra ruota, forcella e manubrio che fanno proprio pensare a un motociclo da sganciare. I dubbi non mancano, soprattutto da parte dei “centauri” che non hanno mostrato spesso di gradire queste soluzioni, ma c’è ancora tempo per rimediare e migliorare.