info

cancel

directions_cartrainTra le richieste di Matteo Renzi al Governo anche il Ponte sullo Stretto

La tensione tra esecutivo e Italia Viva è alle stelle

Ferrovie dello Stato Italiane

Un progetto infrastrutturale che fatica a uscire dalla mente di una buona fetta della politica italiana. Tra le varie richieste avanzate dal leader di Italia Viva, Matteo Renzi, al premier Giuseppe Conte c’è anche quella dell’intramontabile ponte sullo Stretto di Messina. Il futuro dell’esecutivo è in bilico e l’accordo per superare la crisi passa da una serie di richieste dell’ex sindaco di Firenze, tra cui appunto questo ponte di cui si torna a parlare come argomento di grande attualità. Secondo Italia Viva, nel Recovery Plan dovrebbe essere ben presente l’opera in questione per unire la Calabria e la Sicilia. Si tratta di uno dei 30 punti relativi alle questioni politiche che sono state avanzate allo stesso Conte, nonostante non sia chiaro come dovrà essere raggiunta questa intesa. L’ultima volta che si era parlato del ponte in questione era poco meno di un mese fa. 

Lo scorso mese di dicembre, il ministro dei Trasporti Paola De Micheli, sono stati valutati i bisogni a livello di trasporti dell’area dello stretto e dei tutto il Meridione, di conseguenza ci sarà a breve un’audizione in merito alla Camera e al Senato (Commissione Trasporti). Successivamente, una volta “validata o meno l’analisi trasportistica, ci si concentrerà sulla tipologia di attraversamento. La scelta, tuttavia, non sarà presa dalla Commissione tecnica, ma da Governo e Parlamento a cui sarà presentata l’analisi “oggettiva delle condizioni in cui si troveranno le due Regioni (Sicilia e Calabria) ed in generale il Mezzogiorno nel 2028-30 per essere discussa e quindi, successivamente, decidere sull'opera. Ora bisogna attendere le prossime settimane prima di conoscere cosa si farà del progetto e se sarà realmente decisivo per quel che concerne il futuro del governo guidato da Giuseppe Conte.