Press
Agency

Italo presenta bilancio di sostenibilità 2022

Impegni e risultati raggiunti in ambito Esg

Italo presenta il bilancio di sostenibilità 2022 che rendiconta gli impegni ed i risultati raggiunti in ambito Esg (Environmental, Social and Governance) in linea con gli obiettivi ed i valori aziendali.

Fin dalla fondazione la Società è stata fortemente impegnata nel rispetto e nella tutela dell’ambiente puntando sulla scelta di treni innovativi e sostenibili. Per Italo il pilastro ambientale si basa sull’esigenza di favorire processi produttivi meno energivori e con minore impatto sull’ambiente, mentre quello sociale si focalizza sull’attenzione, sull’inclusione e sul coinvolgimento dei dipendenti, nonché sulla produzione di effetti e riflessi benefici verso la collettività. La governance societaria fornisce la filosofia e struttura alla base dell’impostazione ESG dell’azienda, ovvero l’organizzazione, la strategia, i processi e gli strumenti di lavoro in grado di assicurare trasparenza, sicurezza, rispetto delle norme vigenti e sostenibilità della catena del valore. 

Dal 2012 ad oggi Italo ha trasportato 121 milioni di passeggeri, raggiungendo 51 città con 59 stazioni collegate dai 51 treni della flotta. Nel corso del 2022 ha ottenuto un importante attestato del lavoro fatto in ambito ESG con una valutazione del Rail Sustainability Index, strumento emanato dall’Uic (Union International de Chemin De Fer) che misura la performance di sostenibilità nell’ambito del settore ferroviario secondo gli obiettivi fissati dall'Agenda 2030 delle Nazioni Unite, nettamente superiore alla media del settore.

Il 2022 ha visto inoltre il completamento della prima analisi del rischio di cambiamento climatico, condotta in conformità alle linee guida Tcfd (Task Force on Climate-related Financial Disclosure) e l’analisi delle emissioni Ghg Scope 3. Allo stesso tempo, Italo continua a lavorare per migliorare la propria efficienza energetica e ridurre le emissioni anche attraverso ulteriori iniziative sia nello svolgimento delle attività aziendali sia per ottimizzare i consumi energetici degli uffici. Italo si è dotata anche di un software gestionale multilivello che permette di monitorare la produzione dei rifiuti, il rispetto delle tempistiche di deposito temporaneo e tutti gli adempimenti relativi alla registrazione dei formulari: è stato possibile, in tal modo, differenziare oltre il 50% dei rifiuti provenienti da bordo, di cui il 15% di plastica.

Best-in-class per le condizioni di sicurezza sui propri treni, Italo è stata la prima impresa ferroviaria al mondo ad aver installato su un treno i filtri Hepa, che rappresentano una barriera ad altissima efficacia contro ogni agente, non solo contro il virus Sars-CoV-2, ma contro qualunque forma virale o influenzale che possa essere trasmessa per via aerea.

Nel corso del 2022, Italo ha garantito mediamente ai suoi dipendenti (1360 persone dei quali 97% assunto a tempo indeterminato e, di questi, 21% under 30) 74 ore pro-capite di formazione, suddivisibili in più di 50 ore di prima formazione per l’ottenimento delle abilitazioni necessarie al ruolo (macchinisti, train manager, nuove abilitazioni richieste dallo sviluppo del network), e più di 20 ore pro-capite dedicate all’aggiornamento ed al mantenimento delle competenze operative o professionali, estese sia al personale operativo che alle figure di staff. Accanto alla formazione l’impegno dell’azienda si è focalizzato sui processi di sviluppo interno, con l’offerta di numerose opportunità di avanzamento di carriera e diversificazione professionale, e su una sempre maggiore attenzione all’uguaglianza di genere e a quella salariale.

Gli sforzi compiuti hanno portato a grandi risultati nella rappresentanza di genere in tutta l’organizzazione, il 47% è infatti donna, soprattutto nei ruoli tradizionalmente ricoperti dagli uomini: questo ha permesso di classificarsi al primo posto tra le aziende italiane di settore nel Ranking del Financial Times “Diversity & Inclusion”.

Anche il sistema di welfare aziendale risponde in pieno ai principi Esg e ha l’obiettivo di costruire un significativo incremento di valore per tutti gli stakeholder, sostenendo la vita dei propri dipendenti e allo stesso tempo permettendo di rilasciare valore verso la comunità.

In quest’ottica rientrano tutte le azioni che hanno lo scopo di creare e rafforzare il patto di fiducia tra azienda, dipendenti, famiglia e società come, ad esempio, le 21 borse di studio assegnate ai figli dei dipendenti meritevoli, l’attivazione del servizio psicologico privato e post-traumatico, l’istituzione della figura del “Welfare Hero”, che su tutto il territorio aiuta a comprendere e selezionare le esigenze e i desideri dei dipendenti e delle loro famiglie. Contemporaneamente Italo, per supportare la comunità, si è adoperata sia attraverso il sostegno di diverse associazioni del terzo settore, che attraverso il sostegno nei confronti dei dipendenti che si trovano in situazioni di difficoltà. Nel corso dell’anno, le iniziative di fundraising hanno consentito di finanziare, per il secondo anno consecutivo, una borsa di studio in favore di un giovane ricercatore Airc, di affiancare l’Associazione Tetrabondi che si occupa di garantire l’inclusività dei bambini con bisogni speciali, donando Joëlette Kids e supportare la Fondazione Telethon per sensibilizzare i viaggiatori sull’importanza del sostegno regolare alla ricerca sulle malattie genetiche rare. Da non dimenticare il continuo sostegno alle piccole e grandi realtà sul territorio grazie alla promozione di eventi sociali e culturali nelle città del proprio network. 

Infine, l’impegno di Italo a favore della sostenibilità è testimoniato dall’adozione volontaria degli obblighi di rendicontazione Ue in materia di trasparenza che confermano Italo come allineato al 100% con la tassonomia Ue per le imprese ecosostenibili. 

Suggerite

Tensioni sui dazi auto cinesi (2)

Bruxelles: "Garantiremo concorrenza leale"; Cina: "Difenderemo nostri interessi legittimi"

Le reazioni globali non si sono fatte attendere. La decisione della Commissione europea di aumentare dal 4 luglio i dazi (fra il 7,4% ed il 38,1%) sulle auto elettriche prodotte in Cina ha alimentato le... segue

Al via lavori al tunnel ferroviario Gallarate-Malpensa

Attivazione servizio nuovo collegamento prevista a dicembre 2025

Al via questa settimana i lavori di costruzione delle strutture ad arco della futura galleria, lunga 385 metri, che collegherà da sud il Terminal 2 dell’aeroporto di Milano-Malpensa con la linea ferroviaria de... segue

Primo sì di Bruxelles su dazi per auto cinesi

Nuove tariffe comprese fra 7,4% e 38,1%

L'importazione in Europa di auto elettriche prodotte in Cina dal 4 luglio potrebbe costare molto più cara. È quanto ha deciso nelle scorse ore la Commissione europea, disponendo l'applicazione di nuovi d... segue