info

Transport press agency

directions_carCina, vendite da record per i veicoli Faw nel 2020

I dati si riferiscono ai primi nove mesi

Prima, di nome e di fatto: First Automotive Works, azienda automobilistica cinese meglio nota con l’acronimo Faw, ha reso pubblici i dati relativi ai primi nove mesi di quest’anno. Le vendite del Gruppo asiatico sono andate piuttosto bene, nonostante le inevitabili difficoltà a causa dell’epidemia da coronavirus. Il totale di veicoli venduti da gennaio a settembre 2020 è stato superiore ai 2,6 milioni, una cifra che impressiona soprattutto se viene confrontata con lo stesso periodo di un anno fa. 

In effetti, Faw ha registrato un incremento pari a 8 punti percentuali su base annua, una differenza importante che è emersa da alcune fonti interne alla compagnia. I marchi che fanno riferimento al Gruppo sono diventati a dir poco iconici per quel che riguarda l’ex impero celeste. Un esempio emblematico è quello di Hongqi, molto apprezzato dalla clientela locale e capace di superare le 103 mila unità nel giro dei nove mesi già ricordati (+104,4% su base annua). 

Lo stesso discorso vale per il brand Jiefang, specializzato in veicoli industriali e pesanti: le 400 mila vetture vendute rappresentano una crescita importante pari a 46 punti percentuali rispetto a un anno fa. C’è poi da considerare la joint-venture Faw-Volkswagen che ha potenziato e accresciuto la produzione e le vendite, proprio come Faw-Toyota. Nei giorni scorsi si era diffusa la notizia di un possibile interesse della casa cinese nei confronti di Iveco, ipotesi poi smentita da Cnh Industrial.