info

Transport press agency

directions_carFaw interessata ad acquisizione Iveco, Cnh dice no

Il Gruppo cinese ha valutato l'azienda 3 miliardi di Euro

Un possibile acquirente cinese per Iveco? Alla società torinese che fa parte del Gruppo Cnh Industrial è arrivata nei mesi scorsi una proposta di acquisizione da parte di Faw (First Automobile Works), uno dei principali produttori di autovetture della Cina, anche se la notizia è stata svelata dall'agenzia "Reuters" soltanto in queste ultime ore. L'offerta preliminare sarebbe stata presentata a luglio; volendo essere ancora più precisi, l'azienda fondata dalla famiglia Agnelli è stata valutata circa 3 miliardi di Euro, ma l'interesse non ha ricevuto il gradimento della stessa Cnh. In effetti, quest'ultima ha rifiutato la cifra che non è stata ritenuta congrua e adeguata, anche se a dire il vero le trattative sono state più che altro messe "in pausa", dunque nei prossimi mesi la compagnia dell'ex-impero celeste potrebbe aggiornare le proprie proposte economiche. 

Non è la prima volta che su Iveco mette gli occhi un ente della Nazione asiatica, come avvenuto lo scorso anno quando Geely e Tata Group arrivarono a valutare la società piemontese specializzata in veicoli industriali ed autobus 3,3 miliardi di Euro (dunque in linea con quanto accaduto più recentemente). Cnh Industrial sembra destinata ad essere scissa in due, un progetto che è stato annunciato da qualche tempo e che ha come alternativa più valida proprio la vendita di Iveco. La stessa divisione vedrebbe da una parte le attività relative al comparto stradale e dall'altra quelle dei motori, nonostante i colloqui su questa importante scelta si siano bloccati in concomitanza con la pandemia da coronavirus.