info

cancel

directions_carIveco sfrutta tecnologia Amazon per assistenza vocale a bordo

I veicoli avranno a disposizione un sistema basato su Alexa

Camion ed e-commerce hanno moltissimo in comune, come ben testimoniato dall’ultima innovazione tecnologica di cui si resa protagonista Iveco. La società del Gruppo CNH Industrial che è specializzato in veicoli industriali ed autobus, sfrutterà le tecnologie di Amazon Web Services per un sistema di assistenza vocale che verrà installato a bordo dei mezzi prodotti. Di cosa si tratta nello specifico? L’obiettivo della compagnia torinese è quello di migliorare i servizi vocali europei, usando le capacità di apprendimento automatico di Amazon Alexa. In questa maniera si migliorerebbe anche l’esperienza dei conducenti. I guidatori potranno gestire la voce per la pianificazione degli itinerari, la verifica delle manutenzioni varie e le condizioni del mezzo, senza dimenticare l’opzione dei suggerimenti da richiedere per quel che riguarda gli stili di guida.

La tecnologia in questione consente persino di azionare i comandi della cabina e questo vuol dire che gli autisti sarebbero maggiormente concentrati sulla strada da percorrere: in poche parole, il livello di sicurezza aumenterebbe a dismisura e non può che essere un vantaggio per tutti. Tra l’altro, dettaglio non indifferente, ogni conducente sarebbe in contatto con tutto il resto della comunità Iveco. Il servizio è stato progettato nei minimi termini dal Digital Team della società piemontese che si è avvalsa della collaborazione preziosa di AWS Professional Services. La metodologia nota come "Working Backwards" (il cosiddetto lavoro a ritroso) di Amazon è stata la principale fonte di ispirazione. Come ha sottolineato Fabrizio Conicella, numero uno della divisione Digital di Iveco "Sfruttando l'ampiezza del portfolio di AWS, Iveco è stata in grado di innovare e fornire in tempi record un nuovo servizio che modifica radicalmente il modo in cui gli autisti si interfacciano con i veicoli e il resto della comunità".