Press
Agency

Marittimi (2). Fit-Cisl: "Sottoscritta ipotesi di accordo per rinnovo 2024-2026"

Le affermazioni dei segretari e del coordinatore del sindacato

“Raggiunta l’intesa sul rinnovo del Ccnl unico dell’industria armatoriale, che prevede una durata triennale (2024-2026) sia per la parte economica che normativa e che, nei modi d’uso, sarà sottoposta, al vaglio delle assemblee dei lavoratori già a partire dalle prossime settimane”: a darne notizia in una nota il segretario generale Fit-Cisl, Salvatore Pellecchia, che sottolinea: “L’accordo segna un passo in avanti per tutto il settore che comprende più di 70.000 tra lavoratrici e lavoratori marittimi e personale di terra, giunto dopo una lunga trattativa e frutto di un impegno congiunto tra tutti gli attori che hanno consentito il conseguimento di tale significativo risultato” .

Prosegue il segretario nazionale Monica Mascia: “Si tratta di un rinnovo atteso per una categoria di lavoratori che svolge una attività particolarmente gravosa, caratterizzata da situazioni climatiche molto variabili, permanenza a bordo per lunghi periodi e soggetta a elevati rischi poiché il mare può creare situazioni impreviste ed imprevedibili. Per questi motivi, il nostro obiettivo primario, fin dall’ apertura del tavolo negoziale, è stato quello di individuare soluzioni che assicurassero il benessere del personale, garantendo un adeguato riconoscimento economico e maggiori tutele normative, in linea con il loro fondamentale apporto ad un asset di rilevanza strategica per il Paese”.

Spiega il coordinatore nazionale Vincenzo Pagnotta: “Tra le novità rilevanti: disposti 202 Euro di aumento complessivo calcolato sul parametro medio, corrisposto in tre tranches e suddiviso in 138 Euro sul minimo contrattuale e 64 Euro di Ear (Elemento aggiuntivo della retribuzione); un una tantum di 380 Euro per il periodo di vacanza contrattuale (gennaio-giugno ‘24) erogato in due tranche. Previsti, inoltre, ulteriori aumenti pari a 49,50 Euro mensili, ripartiti tra un innovativo sistema di assistenza sanitaria integrativa, un incremento della quota destinata alla previdenza complementare e l’elemento perequativo in caso di assenza di contrattazione di secondo livello. Infine, raggiunto un accordo economico anche per gli allievi, per i quali è stato disposto un incremento della retribuzione”.

Conclude il segretario generale Fit-Cisl Salvatore Pellecchia: “Il rinnovo contrattuale deve restituire attrattività al settore, specialmente per i giovani e rimettere il mare al centro del nostro Paese. Il Ccnl, inoltre, si prefigge di consolidare una cultura della sicurezza attraverso l’attivazione di un confronto sistematico con il sindacato, compresa la previsione della Stop Work Authority. Allo stesso tempo, il sistema, nella sua interezza, necessita di una nuova visione di insieme e una efficace attività di coordinamento centrale affinché si sviluppi una coerente propensione alla proiezione marittima. Fondamentale che cresca verso di esso l’attenzione del Governo e delle istituzioni competenti, continuando nel percorso già tracciato in direzione della semplificazione e sburocratizzazione, traghettando il settore verso traguardi futuri sempre più ambiziosi e sfidanti”.

Sull'argomento vedi anche la notizia pubblicata da Mobilità.news

Collegate

Marittimi. Uiltrasporti: "sottoscritta ipotesi di accordo per rinnovo ccnl"

Aumento medio di 202 Euro ed assistenza sanitaria integrativa fruibile da tutti nel mondo

È stato sottoscritto questa mattina, presso la sede di Confitarma a Roma, l'ipotesi di accordo per il rinnovo del Contratto collettivo nazionale unico dell'industria armatoriale, con scadenza al 31 dicembre... segue

Suggerite

Ruolo cruciale settore marittimo nell'economia italiana

Sfide ed opportunità nell'evoluzione del trasporto nazionale

L'economia marittima è diventata un elemento cardine del sistema economico italiano, rappresentando, insieme alla logistica, quasi il 10% del Pil nazionale ed il 12% di quello europeo, come dichiarato... segue

Il porto di Fiumicino tra le opere del Giubileo

Polemica su inserimento nuovo scalo crocieristico nella lista lavori funzionali al pellegrinaggio

È polemica sull'inserimento del nuovo porto crocieristico di Fiumicino fra le opere del Giubileo 2025. I motivi sono due: è improbabile che i pellegrini raggiungano la Capitale a bordo di una nave lussuosa; i... segue

Porto Pozzuoli: 31 barche sequestrate

Erano ormeggiate abusivamente e rimosse da CC e Capitaneria

Sequestrate 31 imbarcazioni e denunciate 25 persone con l'accusa di avere ormeggiato abusivamente le loro barche nel porto di Pozzuoli. È il bilancio delle indagini effettuate dai Carabinieri che ieri... segue