info

trainSpagna. Iniziati i test del treno ad altissima velocità di Talgo

Si avvicina l'omologazione tecnica

Ferrovie dello Stato Italiane

Si avvicina velocemente l’omologazione tecnica per i treno ad altissima velocità della compagnia ferroviaria spagnola Talgo, acronimo che sta ad indicare il Tren articulado ligero Goicoechea Oriol. Talgo Avril, questo il nome scelto per il particolare e rapido convoglio ferroviario, è stato al centro dei primi test ufficiali nel corso delle settimana ancora in corso, in attesa che ci sia la circolazione commerciale vera e propria. L’operatore che si occuperà dei collegamenti assicurati dal mezzo sarà Renfe. Ne verranno prodotte 30 unità, ognuna delle quali con una capacità pari a 581 passeggeri. A cosa servono i già citati test? Bisogna capire come si "comporta" dal punto di vista dinamico il treno e tutte le sue componenti, a partire dai sistemi di rotolamento: l’omologazione tecnica dovrà accertare che non ci sono problemi nemmeno quando il convoglio raggiunge e supera i 360 chilometri orari.

Il collaudo avverrà lungo la linea Tav che collega Madrid con la Galizia, però si sta pensando anche ad altre tratte delle rete spagnola. Avril è destinato a diventare una sorta di punto di riferimento per l’azienda iberica e per l’intero settore del Paese. Tra i vantaggi principali si possono citare il peso contenuto e la riduzione delle emissioni di gas serra. L’obiettivo è quello di potenziare i collegamenti via treno della Spagna e di rinsaldare i rapporti con Nazioni vicine, come ad esempio la Francia. I convogli di Talgo, infatti, sono noti per essere interoperabili e vengono sfruttati spesso anche in altre parti d’Europa: Svizzera, Italia, Portogallo, Russia, Bielorussia e Polonia hanno già impiegato questa alternativa di trasporto con successo ed il costruttore si è aggiudicato di recente nuovi contratti per delle forniture in Germania. Le prossime settimane saranno decisive per gli aggiornamenti più attesi sull’altissima velocità.