info

directions_carDaimler si divide in due: nasce la divisione Truck

Sarà principale produttore mondiale di veicoli commerciali

La compagnia automobilistica Daimler, proprietaria di marchi di prestigio come Mercedes-Benz, ha annunciato ufficialmente la pianificazione di un cambiamento strutturale delle proprie attività che hanno a che fare con i veicoli commerciali. Si parla di una scissione vera e propria in questo senso, con la divisione Truck che potrà beneficiare di una gestione indipendente ed una quotazione in Borsa, nello specifico presso quella di Francoforte ed entro la fine di quest’anno. Con la separazione da Daimler Truck, la casa madre potrebbe anche chiamarsi Mercedes-Benz per non ingenerare confusione nella clientela. La situazione è presto detta: Daimler sarà divisa in due aziende indipendenti e si cercherà di attrarre nuovi investimenti per affrontare nel modo migliore la transizione verso l’alimentazione elettrica. I mezzi pesanti del futuro, inoltre, saranno sempre più caratterizzati dalla guida autonoma ed il Gruppo tedesco non vuole farsi trovare in alcun modo impreparato.

Daimler Truck non sarà un semplice brand teutonico, ma un punto di riferimento per quel che concerne i mezzi pesanti, in Europa e non solo. Le ambizioni non mancano ed i numeri dovranno corroborare queste ipotesi economiche. Si punta infatti a costituire il maggior produttore mondiale di camion ed autobus, in modo da conquistare il mercato del vecchio continente, ma anche quello asiatico e quello del Nord America. Le sedi più importanti in tutto il mondo, poi, dovrebbero essere 35. I dipendenti dovrebbero ammontare a 100 mila unità, con sette marchi rappresentati, vale a dire BharatBenz, Freightliner, Fuso, Mercedes-Benz, Setra, Thomas Built Buses e Western Star. Nel 2019 sono stati consegnati ai clienti un totale di circa mezzo milione di camion e autobus. L’avventura è appena cominciata ma già promette bene.