info

trainL'Alta Velocità Atene-Salonicco parla italiano

Un traguardo che vede impegnate le società del Gruppo Fs

Ferrovie dello Stato Italiane

La presenza del Gruppo FS in Europa e sui mercati internazionali si rafforza. Proprio in questi giorni è giunto in Grecia il primo elettrotreno ETR470 ceduto e revampizzato da Trenitalia per consentire l’inizio dei servizi Alta Velocità sulla linea Atene-Salonicco previsto per fine marzo. Questo è solo il primo di una serie di cinque trasporti, da Piacenza a Salonicco, per comporre l’intera flotta nata grazie all’impegno sinergico di molte realtà del Gruppo FS. Oltre a TrainOSE che gestirà il servizio, Trenitalia ha messo a disposizione i convogli, l’ingegneria e il project management per il revamping ed effettuando nelle proprie officine la revisione dei carrelli, Mercitalia ha assicurato il trasporto via ferrovia dall’Italia alla Grecia dei treni e Italcertifer ha curato l’importante attività delle prove in linea e della certificazione per ottenere l’autorizzazione al servizio commerciale. Proprio quest’ultima ricopre in Grecia un ruolo fondamentale dato che, dal 2014, si è accreditata come Organismo Designato per la Conformità alle Norme Tecniche Nazionali nel Settore Ferroviario (DeBo), presso il Ministero Greco delle Infrastrutture, Trasporti e Reti. Oltre alla Repubblica Ellenica, anche Australia, Polonia, Austria, Turchia, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti (UAE) e recentemente Colombia hanno scelto di affidare molteplici attività e progetti ad Italcertifer grazie alla reputazione che la società è riuscita a costruirsi nel tempo.

L’eccellenza italiana di Italcertifer

Che si tratti di una singola chiavarda, dispositivi meccanici simili a bulloni per il fissaggio di oggetti, per l’armamento o di applicazioni ferroviarie innovative che promettono di rivoluzionare i nostri spostamenti, Italcertifer ha il compito di certificare i progetti o i prodotti, verificandone le condizioni di sicurezza ed interoperabilità imposte dalle normative applicabili. Per portare a termine questa importante funzione, i laboratori attrezzati della società hanno un ruolo fondamentale per svolgere tutti i test necessari prima di decidere se concedere o meno il proprio nullaosta all’esercizio ferroviario. Rumore, illuminazione, durezza dei materiali e qualità dei sistemi tecnologici sono solo alcuni degli elementi che vengono controllati durante le prove e consentono a Italcertifer di concedere il proprio benestare o di segnalare le criticità da risolvere. La galleria di Base del Brennero che collega Austria e Italia, la certificazione dei Frecciarossa 1000 e la linea Metro MM4, tratta nata per collegare la zona centrale di Milano con le aree Expo 2015, sono solo alcuni dei progetti seguiti da Italcertifer nel nostro paese che hanno contribuito alla costruzione della reputazione dell’azienda portandola, negli anni, ad affermarsi come società leader nel settore ed esempio di eccellenza italiana nel mondo.

Il progetto di Etihad Rail negli Emirati Arabi

Reputazione che gli ha garantito lo sbarco negli Emirati Arabi Uniti dove sta tutt’ora portando avanti l’imponente Progetto di Etihad Rail, operatore ufficiale UAE per lo sviluppo della rete ferroviaria nazionale, che punta alla costruzione di oltre mille chilometri di binari per fendere le dune del deserto e creare un collegamento con l’Arabia Saudita e l’Oman, in grado di trasportare merci e viaggiatori. Diviso in 2 fasi e diversi package, organizzati in modo da dividere la tratta in molteplici segmenti più piccoli, fin dai suoi primi momenti di vita l’ambiziosa iniziativa ha attirato l’attenzione di tutte le società del mondo che svolgono attività ISA (Independent Safety Assessment) generando un clima di competitività nel quale anche Italcertifer si è trovata a navigare. Nonostante i numerosi giocatori in gioco, con le acquisizioni del 2019 e 2020 la società italiana è riuscita, grazie alla reputazione costruita negli anni, ad aggiudicarsi 4 dei lotti messi in gara fino ad ora assumendosi, in questo modo, la responsabilità di certificare la sicurezza di oltre 200 km di binari, 35 ponti, 32 sottopassi e 15 tunnel che taglieranno le montagne del Hajar rafforzando il binomio Italcertifer – eccellenza italiana.