info

trainIl successo dei treni lenti nelle aree montane della Cina

I convogli coprono tratte ferroviarie strategiche

Urbeaero Urbeaero

Da diversi anni non si fa che parlare dell’alta velocità dei treni come del futuro delle ferrovie di tutto il mondo. Esistono comunque le classiche eccezioni che confermano la regola. La Cina fa da sfondo a questo trend molto particolare per i mezzi di trasporto di cui si sta parlando. I treni lenti operano con successo nell’ex impero celeste, per lo più in aree poco sviluppate. Il Paese è cresciuto parecchio dal punto di vista economico, ma nelle zone in questione i convogli che non superano determinati limiti sono fondamentali per aprire letteralmente i villaggi remoti e spesso dimenticati al mondo esterno. Il treno lento più famoso in assoluto può essere senza dubbio quello che attraversa i Monti Qinling, al confine tra la parte nord e quella sud della Cina. Si tratta di 37 stazioni ferroviarie e il costo per il viaggio completo ammonta a poco più di 3 Euro (circa 21 yuan per la precisione).

La linea è caratterizzata da 257 chilometri, coperti soprattutto da passeggeri che devono andare a vendere le verdure appena raccolte nelle contee più vicine e ricche. Proprio i fruttivendoli considerano il convoglio appena descritto come la scelta di trasporto più efficace, oltre che comoda e più che confortevole. Il viaggio di andata e ritorno è pari a 6 yuan, ma il guadagno potenziale per la vendita dei prodotti dell’orto e non solo si aggira tra i 40 e i 50 yuan giornalieri (tra i 5 ed i 6 Euro). Gli esempi migliori parlano di redditi annui pari a 10 mila yuan (1300 Euro), una cifra di tutto rispetto per chi si accontenta di poco e viaggia a velocità ridotte. Per gli abitanti dei villaggi delle città lungo il percorso ferroviario, il servizio del "trenino lento" offre nuove opportunità per fare fortuna con il Festival di Primavera, il Capodanno lunare che avrà il suo culmine il 12 febbraio, dunque fra appena due giorni.