info

Transport press agency

directions_carL'impegno dell'Italia: nel 2035 nessuna auto a benzina o diesel

La Camera ha approvato un ordine del giorno sul tema

La Camera dei Deputati ha approvato nelle ultime ore un ordine del giorno presentato dall’onorevole Giuseppe Chiazzese (Movimento 5 Stelle) che riguarda le auto che circoleranno nei prossimi anni nel nostro Paese. Secondo quanto previsto dall’odg in questione, infatti, il Governo si impegna a valutare un’opportunità particolare per quel che riguarda la commercializzazione dei veicoli: a partire dal 2035 non si potranno vendere vetture che emettono troppo Co2 nell’atmosfera. Il livello che non deve essere superato è presto detto, l’ordine parla espressamente di 50 grammi per chilometro. L’obiettivo è quello di allineare l’Italia ad altri Paesi come la Francia e la Gran Bretagna, ma anche lo Stato americano della California da punto di vista della mobilità sostenibile. 

Una limitazione del genere potrebbe tradursi soltanto in un modo. La benzina e il diesel non sarebbero più ammessi come carburanti delle auto da vendere nel Belpaese, con i soli modelli elettrici autorizzati ufficialmente: a questo elenco si dovrebbero poi aggiungere le cosiddette “ibridi plug-in”. L’ordine del giorno è parte integrante degli impegni sottoscritti da Roma nell’ambito del Pniec, il piano energia e clima che è stato presentato lo scorso anno a Bruxelles. Lo scenario che si potrebbe realizzare è quello di una Nazione con 6 milioni di veicoli elettrici in circolazione entro i prossimi dieci anni. Sarà davvero il primo passo verso una mobilità del genere? Staremo a vedere.