Comune di Ercolano ed Enel X insieme per la mobilità sostenibile

Accordo siglato per migliorare la qualità dell'aria

Ferrovie dello Stato ItalianeFerrovie dello Stato Italiane

Mettere in campo una realtà in grande espansione come quella della mobilità elettrica a zero emissioni e legarla a uno dei settori, come il turismo, che più di altri si sta sviluppando in chiave sostenibile. È questo l’obiettivo dell’accordo siglato tra il Comune di Ercolano ed Enel X, la business line globale dedicata ai prodotti innovativi e soluzioni digitali del Gruppo Enel. Per suggellare questa partnership Augusto Raggi, responsabile di Enel X Italia ha incontrato oggi il sindaco Ciro Buonajuto a Ercolano dove, in Via dei Papiri Ercolanesi, in prossimità dell’area turistica degli scavi, è stata inaugurata e già attivata la prima infrastruttura di ricarica "JuicePole" di tipo "Quick". Grazie all’accordo sono state installate altre 4 infrastrutture di ricarica, rispettivamente in Via IV Novembre, Corso Resina, Via Favolella e piazza Trieste, mentre una quinta di tecnologia "Fast" è prevista all’altezza dello Stadio comunale. Ognuna delle infrastrutture è munita di due punti di ricarica (fino a 22 kW in AC per le Quick e fino a 50 kW in DC per le Fast) che permettono di fare il pieno di energia a due veicoli elettrici contemporaneamente. Lo sviluppo della rete Enel X permetterà il collegamento dei principali poli attrattivi del territorio. 12 punti di ricarica a uso pubblico distribuiti nel territorio secondo un’attenta pianificazione fatta con l’Amministrazione comunale saranno in grado di incentivare la mobilità elettrica e fornire un servizio efficiente a residenti e turisti.

Il contributo dell'intesa

L’intesa siglata tra Enel X e Comune intende contribuire al miglioramento della qualità dell’aria in aree di particolare interesse naturale e paesaggistico nonché promuovere due comportamenti virtuosi: l’uso di combustibili non inquinanti e la fruizione di luoghi cittadini in chiave sostenibile. In questo modo le Juice Pole di Enel X potranno funzionare anche da attrattore turistico consentendo di utilizzare il tempo necessario per la ricarica a visitare il patrimonio artistico e culturale della città. "Con l'installazione di queste colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici Ercolano diventa più green – spiega il sindaco Buonajuto. Si tratta dell’ennesimo segnale che testimonia quanto questa Amministrazione sia dedita, con i fatti, al progresso tecnologico del Comune. Più attenzione e più sensibilità all'ambiente. La nostra strategia è quella di rendere la città sempre meno inquinata e al passo con i tempi".

"La mobilità elettrica è oramai una scelta vincente che non rappresenta una sola alternativa a quella tradizionale – ha commentato Raggi a margine dell’incontro - Siamo convinti che possa essere un vettore in grado di promuovere un’idea di turismo sostenibile rispettoso dell’ambiente e dei cittadini. Stiamo lavorando con le amministrazioni locali per fare in modo che tutta la zona, caratterizzata da innumerevoli bellezze archeologiche e paesaggistiche, possa fare sistema e contare su una rete di punti di ricarica diffusa, facilmente accessibile e resiliente che permetta ai turisti di visitare tutte le aree degli scavi, fino ad arrivare al Vesuvio, senza alcun impatto sull’ambiente circostante". Le infrastrutture di ricarica installate all’interno del Comune consentiranno ai veicoli elettrici, che potranno usufruire di posti auto dedicati, di effettuare una ricarica in modo "intelligente".

Come saranno organizzate le stazioni

Tutte le stazioni, infatti, saranno organizzate con le più avanzate tecnologie informatiche per il controllo e la gestione remota ("Electric Mobility Management") e in grado di rispondere alle attuali e future esigenze di una mobilità urbana evoluta e sostenibile. Saranno inoltre dotati di una tecnologia in grado di garantire l’interoperabilità fra le infrastrutture di diversi operatori. L’interoperabilità è particolarmente importante perché il possessore del mezzo elettrico può effettuare la ricarica indipendentemente dalla società di vendita con cui ha stipulato il contratto. All’inaugurazione, a testimonianza della collaborazione tra Audi ed Enel X, presente anche Audi e-tron Sportback, il SUV sportivo del marchio tedesco dei quattro anelli a trazione full electric. Un’auto realmente sostenibile perché prodotta presso lo stabilimento di Bruxelles certificato carbon neutral. Il primo degli impianti industriali Audi a fregiarsi della certificazione cui sono seguiti recentemente quelli di Gyor e Böllinger Höfe. Audi ed Enel X investono con determinazione nella mobilità elettrica e ne promuovono l’applicazione in zone con spiccato interesse storico – paesaggistico come Ercolano. L’installazione delle infrastrutture di ricarica nel Comune di Ercolano rientra nel Piano Nazionale per la mobilità elettrica che vede Enel X impegnata nell’installazione di 14mila colonnine entro il 2022, per un totale di 28mila punti di ricarica. Il piano – che prevede una copertura capillare in tutte le regioni italiane attraverso la creazione di stazioni di ricarica a 22kW (quick), a 50kW (fast) fino a 350kW (ultrafast) – è dinamico, flessibile, aperto a tutti coloro (enti pubblici e/o privati) che intendono collaborare per la crescita della mobilità elettrica in Italia.