info

Transport press agency

directions_cartrainLa ministra Paola De Micheli vuole il ponte sullo Stretto di Messina o no?

Lo chiede il presidente del Fapi, Gino Sciotto. Che invita il governo a usare in fretta il recovery fund

Torna alla ribalta il ponte sullo Stretto di Messina, nuovamente al centro dell'attenzione da parte degli imprenditori e del governo. Questa volta a schierarsi per un chiarimento definitivo è la Federazione autonoma delle piccole imprese che, per bocca del suo presidente, Gino Sciotto, chiede al governo una netta presa di posizione. “La ministra delle Infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, lasci perdere i ragionamenti fumosi e si esprima chiaramente: è intenzione del governo realizzare il Ponte sullo stretto di Messina?”, domanda Gino Sciotto, presidente Fapi.

Una dura presa di posizione, quella della federazione delle piccole imprese, che chiede risposte chiare e convincenti in tempi brevi, vista l'opportunità creatasi con il recovery fund. “Attendiamo una risposta chiara e definitiva da parte dell'esecutivo di Giuseppe Conte affinché si possa comprendere se ci sono concrete possibilità di apertura dei cantieri che dovrebbero mettere mano alla costruzione di questa grande opera che consentirà finalmente di collegare l'intero Stivale. Un'opera funzionale anche a una ripresa dell'economia. In questi mesi abbiamo assistito a troppi annunci e pochi fatti. Ci auguriamo, tuttavia, che non si perda anche l'opportunità del recovery fund e si perseveri in altri vent'anni di discussioni inutili. Per imprese e cittadini, invece, esiste l'esigenza di un collegamento stabile tra la Calabria e la Sicilia”