Giovinazzo, nuova vita per le aree della stazione

Intesa tra Comune e RFI per la riqualificazione

Intesa tra Comune di Giovinazzo (provincia di Bari) e RFI (Rete Ferroviaria Italiana) per rendere più vivibili e funzionali le aree della stazione. La società di infrastruttura di Ferrovie dello Stato Italiane e l’amministrazione hanno infatti siglato un protocollo che mira alla valorizzazione dell’ex scalo merci e del piazzale, e alla realizzazione di un nuovo parcheggio pubblico intermodale. Previsto il ridisegno della piazza con ampi spazi pedonali e aree verdi, elementi di arredo urbano innovativi e sostenibili, e stalli per auto, bus e bici in continuità con la pista ciclo pedonale green way prevista dal Comune. Presenti alla firma dell’accordo il sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma, e la responsabile della Direzione Stazioni di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS), Sara Venturoni. I lavori saranno competenza di RFI con un investimento di 1,3 milioni di Euro. Il Comune si impegnerà a migliorare la viabilità urbana, anche ciclopedonale, e i percorsi TPL da e per la stazione e a promuovere, nelle aree riqualificate, servizi di interesse collettivo, oltre a garantire la manutenzione ed il decoro degli spazi in gestione. Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) ha già avviato nello scalo ferroviario la riqualificazione di marciapiedi, pensiline e sottopasso per rendere la stazione più accessibile, confortevole e funzionale al pubblico. La stazione pugliese in questione si trova lungo la cosiddetta “Linea Adriatica”. La fermata è composta da quattro binari. Di regola il binario 2 viene utilizzato per il traffico diretto verso Bari mentre i binario 3 viene utilizzato per il traffico diretto a Barletta/Foggia. Il binario 1 viene usato come binario di precedenza per i treni regionali e anche per un collegamento per lo scalo merci di Giovinazzo, mentre il binario 4 viene usato come binario di precedenza ma non tante volte.