Il 12 aprile 2010 l'incidente ferroviario della Val Venosta

Il ricordo della Provincia di Bolzano

Ferrovie dello Stato ItalianeFerrovie dello Stato Italiane

Erano le 9 del mattino del 12 aprile 2010 - un lunedì – quando un treno della ferrovia della Val Venosta venne colpito da una frana di fango nella zona del "Latschander", tra le stazioni di Castelbello e Laces. Undici anni fa, 9 persone persero la vita, e 28 rimasero ferite. Il loro destino e quello delle famiglie in lutto sono indissolubilmente legati a quel giorno e a quel luogo. A 11 anni di distanza da una delle giornate più tragiche nella storia dell’Alto Adige, le vittime saranno ricordate nel giorno dell’anniversario dell’incidente. Il treno che domani mattina (12 aprile) passerà sul luogo della frana alle ore 9 del mattino, rallenterà la sua corsa ed emetterà due segnali acustici. "Sono passati undici anni dal terribile incidente in Val Venosta. Soprattutto domani, nel giorno dell’anniversario, i nostri pensieri saranno con le vittime e con le loro famiglie e amici in lutto", sottolinea, a nome di tutta la Giunta provinciale, l’assessore alla mobilità Daniel Alfreider, il quale invita tutti a osservare un momento di raccoglimento per onorare la memoria delle vittime dell’incidente ferroviario della Val Venosta. La causa dello smottamento venne individuata in una vasta infiltrazione d'acqua nel terreno soprastante la linea, causata dalla rottura di un tubo per l'irrigazione dei vicini campi di mele. La sede ferroviaria subì gravi danni: le operazioni di recupero del relitto, pulizia e ripristino dell'infrastruttura si protrassero per oltre un mese e mezzo. Stando alle motivazioni della sentenza, l'incidente fu provocato solo ed esclusivamente da una valvola difettosa dell'impianto di irrigazione soprastante la ferrovia. La responsabilità umana, data l'imprevedibilità di tale evento, venne totalmente esclusa. Nella stessa data, l'anno seguente, lungo la pista ciclabile che si trova sul lato opposto della valle dell'Adige, in corrispondenza del luogo dell'incidente fu posta una stele commemorativa, in memoria delle 9 vittime.

Quando

Dove