Il piano del Gruppo Fs per le riaperture del 26 aprile

Aumenta offerta di regionali, oltre a bus e presidi di assistenza

Il Gruppo FS Italiane aumenta i servizi Trenitalia in vista delle riaperture di oggi, lunedì 26 aprile 2021, incrementando del 10% i posti sui treni regionali e mettendo a disposizione dei viaggiatori circa 300 bus pronti a integrare l’offerta. A questo si aggiungono oltre 70 presidi di assistenza straordinari, nuovi spazi per i tamponi gratuiti nelle stazioni, il potenziamento delle attività del pulitore viaggiante a bordo dei treni e, nei prossimi giorni, un incremento dell'offerta ferroviaria nazionale. L'incremento dell'offerta è stato definito insieme alle singole Regioni, committenti del servizio, e alle Prefetture attraverso un’analisi degli spostamenti nelle fasce pendolari tenendo conto delle aperture scolastiche. Sono 6.900 le corse regionali giornaliere per circa 2,1 milioni di posti offerti, già calcolati secondo la capienza attuale al 50%. Già attivi a Milano Centrale e Roma Termini grazie all'accordo tra FS e Croce Rossa Italiana, i gazebo per effettuare i tamponi gratuiti saranno aperti, entro il 10 maggio, anche nelle stazioni di Genova, Torino, Bologna, Firenze, Venezia, Napoli, Bari, Reggio Calabria, Palermo e Cagliari. Tutte le azioni messe in campo dal Gruppo FS, su richiesta del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Enrico Giovannini, hanno l'obiettivo di fornire tempestive garanzie di sicurezza al personale e ai viaggiatori. Il costante impegno a favore della salute delle persone è valso al Gruppo importanti riconoscimenti per le procedure anti-Covid adottate a bordo dei treni e nelle sedi di lavoro. Come è noto, a partire da oggi, l'Italia cambia in quanto ad aperture e chiusure legate all'emergenza sanitaria attualmente in corso, con la maggior parte delle regioni in giallo, cinque in arancione (Puglia, Valle d'Aosta, la Sicilia , Calabria e Basilicata) e la sola Sardegna che risulta in zona rossa.