Auto elettriche. Ford vuole essere indipendente da Volkswagen

Casa americana ha fatto riferimento a piattaforma MEB

Anas Anas

Nel mondo delle quattro ruote, le indiscrezioni sono praticamente all’ordine del giorno. Una di queste riguarda la casa automobilistica americana Ford che sarebbe pronta a sfruttare la piattaforma MEB di Volkswagen per la realizzazione di un veicolo elettrico. Da questo punto di vista ci sono state conferme e smentite allo stesso tempo. Lo scenario è realistico, anche se l’azienda a stelle e strisce ha sottolineato di non voler cedere la propria leadership per quel che riguarda la tecnologia in questione. Le parole di Stuart Rowley, numero uno della divisone europea di Ford sono state eloquenti.

Ecco cosa ha detto in merito a questa vicenda: "La nostra alleanza con Volkswagen non è stata pensata per essere limitata o definita, e quindi cercheremo nuove opportunità per lavorare insieme laddove ci sia un vantaggio e abbia un senso per entrambe le società. Nonostante questo, in Ford abbiamo le nostre piattaforme globali per veicoli elettrici, e ne usufruiremo sempre, come abbiamo fatto con la Mustang Mach-E e con il nuovo F-150 Lightning. Non cederemo la leadership in questa tecnologia a nessuno".

Non c’è alcun spazio per i dubbi o le interpretazioni a metà, l’identità aziendale deve essere mantenuta ben salda. Non ci sarà alcun rischio di impiego della piattaforma di Volkswagen nemmeno per le vetture di dimensioni compatte, più che altro l’attenzione verrà focalizzata sulle cosiddette architetture. Il segmento dei veicoli di medie dimensioni in Europa è molto importante, come ha riconosciuto lo stesso Rowley. Inoltre, il capitale che è richiesto per intraprendere questa alleanza è enorme, ma sicuramente Ford sa di non essere l’unica azienda in assoluto in questo settore a considerare le collaborazioni: "Voglio essere molto chiaro: Ford ha e avrà le proprie piattaforme modulari elettriche globali, e alcune di queste le utilizzeremo anche in Europa".