Ferrari, Benedetto Vigna è il nuovo amministratore delegato

Assumerà l'incarico dal prossimo primo settembre

Anas Anas


Il nome era atteso da tempo e finalmente è stato svelato. Il nuovo amministratore delegato del Gruppo Ferrari è Benedetto Vigna, il quale assumerà questo prestigioso incarico a partire dal prossimo primo settembre. È lui il successore di Louis Camilleri che si è dimesso qualche tempo fa, ma chi è esattamente Vigna? Attualmente è responsabile della divisione “Analogici” di STMicroelectronics, azienda italo-francese attiva nella produzione di componenti elettronici a semiconduttore. Si erano fatte largo le candidature più diverse, con ipotesi anche azzardate per un ruolo tanto delicato in questo periodo storico. Il presidente della compagnia del Cavallino Rampante, John Elkann, ha così commentato la nomina: “Siamo felici di dare il benvenuto a Benedetto Vigna come nostro nuovo amministratore delegato. La sua profonda conoscenza delle tecnologie che guidano gran parte del cambiamento della nostra industria, le sue comprovate capacità di innovazione, l'approccio imprenditoriale e la sua leadership rafforzeranno ulteriormente la Ferrari scrivendo nuovi capitoli della nostra storia irripetibile di passione e performance nell'era entusiasmante che ci attende”. Vigna ha 52 anni ed una grande esperienza in ambito tecnologico. Originario della Basilicata, lavora in STMicroelectronics fin dal lontano 1995 ed è anche il fondatore del segmento MEMS di questa azienda. Si è detto onorato di entrare a far parte del mondo Ferrari, sottolineando l’emozione per la nomina: “C’è di sicuro entusiasmo per le grandi opportunità che potremo cogliere e profondo senso di responsabilità nei confronti degli straordinari risultati e delle capacità degli uomini e delle donne di Ferrari, di tutti gli stakeholder della Società e di coloro che, in tutto il mondo, provano per Ferrari una passione unica”. Come ad, dovrà rafforzare la leadership di Ferrari nel suo comparto, sfruttando in particolare le tecnologie di ultimissima generazione.