Iniziati sopralluoghi su 195, 130 e 554 assessore Salaris con ad Anas Simonini in Sardegna

"Massima attenzione alle arterie interessate da flussi turistici"

Anas Anas

Sono cominciati già nel pomeriggio di ieri, dopo l’incontro di carattere istituzionale avvenuto nella sede di rappresentanza della Regione Sardegna, Villa Devoto a Cagliari, i sopralluoghi che anche oggi vedranno impegnati l’assessore dei Lavori Pubblici Aldo Salaris e l’amministratore delegato di Anas, Massimo Simonini. Alla verifica dello stato dei lavori avvenuto ieri sulle strade statali 195, 130 e 554 seguiranno, nella giornata di oggi, una serie di sopralluoghi già programmati su alcuni tra i principali cantieri aperti come la SS 131, la Sassari-Olbia e la SS 131 Dcn. 

“La Sardegna ha la necessità stringente di avere infrastrutture stradali adeguate alle esigenze del momento, che diano impulso al sistema economico e garantiscano collegamenti celeri e sicuri. Ho sollecitato la visita dell’amministratore di Anas affinché potesse toccare con mano il dramma infrastrutturale che ancora oggi, nel 2021, caratterizza la nostra Isola, aggravato dagli insopportabili rallentamenti sulle progettazioni e sulla realizzazione delle opere generati dalla pandemia”, ha spiegato l’assessore dei Lavori pubblici Aldo Salaris, definendo la due giorni in corso come una straordinaria occasione per lo sviluppo futuro di una rete stradale sarda moderna ed efficiente. 

Nel corso degli incontri è stata fatta esplicita richiesta ad Anas affinché venga prevista una implementazione dei turni di lavoro degli operai impiegati nelle manutenzioni straordinarie sulle arterie più interessate dal traffico estivo. “Abbiamo davanti uno scenario chiaro: da qui a qualche settimana il traffico crescerà di dieci volte tanto -ha evidenziato l’assessore Salaris- Per questo motivo servirà un piano specifico per disciplinare il traffico su tutte le maggiori arterie stradali sarde interessate dai flussi turistici. Auspichiamo sia una stagione turistica serena da tutti i punti di vista, in particolar modo sotto il profilo della sicurezza stradale”. 

Prima tappa è stata la 195 “Sulcitana” in corrispondenza del terzo lotto inaugurato sei mesi fa. Guardando all’intera opera proseguono anche i lavori sul lotto 1: il tratto di strada, sviluppandosi per circa 8 km e comprendendo anche l'opera connessa a Sud (di ulteriori 2 km a 2 corsie), permette la continuità a quattro corsie tra Capoterra e Pula. 

L’assessore Salaris ha chiesto ad Anas massima attenzione anche per il lotto 2 e per la realizzazione dell’opera connessa a Nord, infrastrutture necessarie per collegare quella che sarà la nuova 195 alla strada statale 130 e alla strada statale 131.

I sopralluoghi hanno riguardato anche le strade statali 130 e 554, interessate da progetti di ammodernamento che prevedono il passaggio di categoria delle strade a 4 corsie ma con l’eliminazione degli incroci a raso e la realizzazione delle necessarie rotatorie. Il progetto definitivo per entrambe le arterie è al momento nella fase di valutazione di impatto ambientale, contestualmente Anas sta predisponendo la procedura per l’avvio del procedimento che aprirà la strada alla Conferenza sei servizi, dove verranno acquisiti i pareri di tutti gli Enti coinvolti.