Alfredo Altavilla è il nuovo presidente del vettore aereo Ita

Ex braccio destro di Marchionne, è stato per anni in Fiat

L’era Caio è terminata, il nuovo presidente esecutivo del vettore Ita (Italia trasporto aereo) sarà Alfredo Altavilla. In attesa del decollo della Newco che sembra sempre più vicino (il prossimo primo luglio secondo le ultime programmazioni), la compagnia ha una nuova figura di riferimento. Come reso noto in queste ultime ore dal ministero dell’Economia, Francesco Caio non riveste più questo incarico. Il manager è stato ringraziato dal dicastero di Via XX Settembre per il lavoro svolto e gli è stato augurato ogni successo in vista di una nuova avventura personale (sarà amministratore delegato di Saipem). Il Tesoro ha individuato in Altavilla la figura giusta per la presidenza di Ita, utilizzando questi termini: "In virtù della rilevante esperienza manageriale e delle riconosciute capacità professionali, garantirà un prezioso apporto esecutivo allo sviluppo della società, con particolare riferimento alla strategia, alla finanza ed alle risorse umane". A Fabio Lazzerini, amministratore delegato della compagnia che dovrà operare in discontinuità con Alitalia in amministrazione straordinaria, è stata confermata piena fiducia, con la certezza che "proseguirà il notevole lavoro svolto per il lancio della società e la definizione del modello operativo e di business". Ma chi è Altavilla? Nato a Taranto nel 1963, in Fiat da 20 anni ed a lungo braccio destro di Sergio Marchionne, è entrato nel consiglio di amministrazione di Telecom, su proposta del fondo americano Elliott. Ha iniziato la sua carriera all'Università Cattolica di Milano come assistente universitario. Nel 1990 è stato assunto in Fiat Auto, dove inizialmente si è occupato di operazioni internazionali nell'ambito delle attività di pianificazione strategica e sviluppo prodotto. Nel 1995 è stato nominato responsabile dell'Ufficio Fiat Auto di Pechino e nel 1999 responsabile delle attività in Asia.

Nascondi tra 5 secondi volume_off cancel