Camera: nuova legge contro uso selvaggio monopattini elettrici

La bozza prevede assicurazione obbligatoria, utilizzo casco assieme ad un giubbotto o bretelle retroriflettenti per rendersi ben visibili

L'ultima sui monopattini elettrici ha dell'incredibile. A La Spezia sono stati sequestrati dalla Polizia sei monopattini elettrici truccati: i motori erano stati trasformati ottenendo un propulsore in grado di raggiungere i 50 km orari, come un ciclomotore. I sequestri sono stati compiuti nella zona nord della città, nel quartiere Umbertino: i conducenti erano sprovvisti della patente di guida e viaggiavano senza il casco protettivo. Inoltre i veicoli erano anche scoperti della prescritta copertura assicurativa di responsabilità civile verso terzi. Ciascun conducente è stata multato per circa 5000 Euro ed il mezzo sequestrato per la successiva confisca. Gli interessati, interrogati sull'origine del veicolo, nella maggior parte dei casi riferivano di averli acquistati da un rivenditore di Viareggio che non aveva informato delle caratteristiche del mezzo. 

Tutto questo mentre alla Camera è in corso l’esame di una proposta di legge sulla circolazione dei monopattini elettrici mentre al Senato è stato presentato un nuovo disegno di legge che introduce una serie di novità e cerca di porre fine all’utilizzo selvaggio in strada, soprattutto nelle grandi città. La novità principale inserita nel testo è l’introduzione dell’assicurazione obbligatoria per poter circolare sulle strade pubbliche: al momento questa voce è all’articolo 2 del ddl in esame e prevede una multa da 500 a 1500 Euro per il conducente che ne è sprovvisto. Non solo: la bozza prevede anche l’inserimento dell’obbligo di utilizzo del casco assieme ad un giubbotto o bretelle retroriflettenti, così da rendersi ben visibili. La multa in questo caso potrebbe essere compresa tra 83 e 332 Euro. Ultima novità al momento presente nel disegno di legge è il fatto che per guidare un monopattino elettrico bisognerà aver compiuto i 14 anni ed essere in possesso di una patente almeno AM. Intanto, alcuni comuni si stanno muovendo in modo autonomo, come ha fatto recentemente Genova, che con un’ordinanza comunale ha fissato il limite di velocità a 20 km/h sull’intera rete viaria cittadina (ridotto a 6 km/h nelle zone a traffico limitato) ed introdotto l’obbligo di casco anche per i maggiorenni.

Nascondi tra 5 secondi volume_off cancel