Stazione Tav Basso Garda, Lombardia: "Opera fondamentale"

La realizzazione viene considerata strategica

"Realizzare la stazione Tav del Basso Garda sulla linea alta velocità-alta capacità Brescia-Verona è strategico per il territorio. Ho scritto quindi una lettera al commissario straordinario dell’AV/AC BS-VR Vincenzo Macello e alla direzione generale Trasporti e Infrastrutture ferroviarie del ministero delle Infrastrutture e delle mobilità sostenibili (Mims) evidenziando l’importanza della stazione per lo sviluppo turistico e territoriale. E chiedendo il coinvolgimento di Regione Lombardia rispetto alle ipotesi in campo". Lo ha dichiarato l’assessore alle Infrastrutture di Regione Lombardia, Claudia Maria Terzi, in merito alla mozione sulla valorizzazione del Bacino Gardesano con la realizzazione di una stazione per la tratta Tav approvata nelle ultime ore dal Consiglio regionale della Lombardia. "L’Alta velocità – ha proseguito Terzi – è di competenza statale, ma approvare la mozione è stato comunque importante. Per segnalare una volta di più la volontà del territorio rispetto al progetto e alla sua realizzazione". "Del resto – ha concluso l’assessore Terzi il suo commento sulla stazione Tav del Basso Garda – anche gli enti locali si sono già pronunciati in questo senso. Così come gli stakeholder economici". La ferrovia ad alta velocità Milano-Verona è una linea ferroviaria italiana, parzialmente costruita, che, al momento del suo completamento, collegherà la città lombarda di Milano a quella veneta di Verona e che sarà dotata per la maggior parte del suo percorso degli standard ferroviari dell'Alta Velocità (AV) e dell'Alta capacità (AC). Nel dicembre 2016, con l'apertura del tratto fra Treviglio e Brescia (58 km) la linea è aperta all'esercizio nel tratto fra la stazione di Milano Lambrate e stazione di Brescia, mentre rimane in fase di costruzione il restante tratto fra Brescia e Verona Porta Nuova. La connessione con la Stazione di Verona Porta Nuova è ricompresa in un altro intervento infrastrutturale, il quale ha come obiettivo la riconfigurazione del Nodo di Verona, intervento che comprende anche le opere di connessione della Stazione di Verona Porta Nuova con la linea AV/AC Verona - Padova.

Nascondi tra 5 secondi volume_off cancel