info

directions_boatADM ed AdSP: accordo per sviluppo sistema portuale

Viene istituito un tavolo tecnico permanente tra le parti, convocato mensilmente

Un protocollo di intesa per lo sviluppo del sistema portuale dell’Alto Tirreno è stato sottoscritto ieri pomeriggio dal presidente dell’AdSP del Mar Tirreno settentrionale, Stefano Corsini, e dal direttore generale dell’Agenzia delle dogane e monopoli (ADM), Marcello Minenna. In particolare, viene istituito un tavolo tecnico permanente tra le parti, convocato di norma mensilmente, nel quale verranno concertate e sviluppate attività di interesse comune finalizzate al perseguimento di alcuni importanti obiettivi, come la piena automazione dei varchi, il completamento delle procedure riguardanti i varchi ferroviari, in parte in corso di realizzazione e la ridefinizione degli spazi e del circuito doganale del porto di Livorno e dell’Interporto Vespucci. I due Enti lavoreranno insieme anche per progettare un varco unico doganale, sia nel periodo transitorio che al termine della realizzazione della piattaforma Europa e per implementare ulteriormente un moderno "fast corridor" tra il porto e l’interporto. Verranno inoltre attivate sinergie per sviluppare nei porti il sistema "Smart terminal", la nuova procedura dell'Agenzia delle dogane e monopoli, che consente di semplificare ed accelerare lo sdoganamento delle merci in arrivo, con grande vantaggio per la programmazione degli spazi nei terminal ed i tempi delle operazioni. Infine, il tavolo opererà con compiti di proposta per la delimitazione, anche presso l’interporto Vespucci, di Zone franche doganali (Zfd), Zone economiche speciali o Zone logistiche semplificate (Zls).

Come affermato dal direttore generale ADM, Minenna: “Stiamo contribuendo –nei siti portuali del Paese– alla razionalizzazione ed alla digitalizzazione di servizi indispensabili alla vita dei porti. Contiamo così di sostenere e promuovere prima d’ogni altra cosa l’export via mare, ossigeno per l’economia del Paese. Abbiamo gli strumenti per essere altamente competitivi ed i porti devono essere il centro dello sviluppo del Paese attraverso le autostrade del mare". "Questa iniziativa -spiega Corsini– si inserisce nel solco dei due progetti già sottoscritti tra Assoporti e l’Agenzia delle Dogane, e tra questa ed il ministero delle Infrastrutture. L’obiettivo è quello di favorire una sempre crescente competitività del nostro sistema portuale e logistico, a tutto vantaggio dello sviluppo dei traffici e portando, anche grazie all'uso di tecnologie avanzate, a semplificazioni operative per gli operatori e per le imprese".