info

Transport press agency

directions_boatOceanbird, la prima nave cargo a vela del mondo

Il progetto dovrebbe essere ultimato nel 2024

C'è sempre una prima volta e il progetto che ha portato allo sviluppo di "Oceanbird" ne è una chiara conferma. Il nome è quello affibbiato alla prima nave a vela per il trasporto merci che è il risultato di un progetto di ricerca svedese, "Wpcc" (Wind powered car carrier). L'obiettivo è duplice: Oceanbird dovrebbe garantire una nuova alimentazione per il cargo, vale a dire il vento, ma anche un minore inquinamento (si parla del 90% in meno di emissioni). I numeri fanno sognare gli appassionati di questa materia. 

La nave in questione potrebbe ospitare 7 mila autovetture nel proprio scafo, inoltre ha una lunghezza pari a 200 metri, mentre la larghezza è di 40 metri. La rotta da solcare è quella dell'Oceano Atlantico, come si intuisce dal nome, e l'orizzonte temporale in cui rendere tutto questo possibile non è affatto lontano. "Wpcc" è stato curato da Wallenius Marine, azienda specializzata nella riduzione delle emissioni inquinanti, Kht Royal institute of techology e Sspa (la società che si occupa dei trasporti svedesi). 

Il finanziamento è decisamente importante, cioè 27 milioni di corone svedesi (circa 2,5 milioni di Euro per la precisione) ed entro il 2024 si dovrebbe ultimare il progetto stesso. La sostenibilità sarà garantita da cinque vele, tutte di altezza pari a 80 metri e dal sartiame in acciaio e materiali compositi. La rotazione è garantita a 360 gradi e in questa maniera il vento viene sfruttato come meglio non si potrebbe. Si parla già anche dei possibili tempi di percorrenza, in particolare i 12 giorni necessari per completare una traversata transatlantica.