info

cancel

directions_carVolkswagen punta sull'elettrico e sposta l'orizzonte in Cina

La produzione di componenti direttamente nello stabilimento nel paese del Dragone

Travolta dalla corsa all'elettrico, che ormai è irrefrenabile in tutto il mondo, anche Volkswagen si muove. Ma questa volta guarda al mercato più promettente in tema di mobilità alternativa e cioè alla Cina. La parte del gruppo tedesco dedicato alla produzione di componenti per i veicoli elettrici ha deciso di rafforzare l'attività produttiva nel paese del Dragone. Con effetto immediato, pertanto, l'impianto cinese di componentistica di Tianjin produrrà il motore app 310 sulla piattaforma modulare specifica per l'elettrico. Il motore sarà montato nella Volkswagen ID.41 prodotte dai partner Faw e Saic. La decisione è strategica perché sposta in loco le attività di approvvigionamento per il mercato cinese, uno dei più promettenti al mondo per l'addio ai motori termici. "Con l'avvio della produzione del motore App 310 nella nostra fabbrica di componenti di Tianjin diamo impulso alla mobilità elettrica non solo nella regione ma anche nell'intero gruppo. Volkswagen Group Components sta dando un contributo importante alla campagna di elettrificazione del Gruppo Volkswagen" ha detto Thomas Schmall, ceo di Volkswagen Group Components.