info

directions_boatNautica, Fondo Wise pronto a rilevare 60% Cantiere del Pardo

L'acquisizione viene curata da Mediobanca

Un fondo di private equity italiano per l’acquisizione del 60% di Cantiere del Pardo, la Spa forlivese attiva in ambito nautico: è questa l’indiscrezione che sta circolando nelle ultime ore e che riguarda da vicino Wise Equity, società di gestione del risparmio che starebbe trattando in esclusiva assoluta questa operazione. La Sgr in questione investe da ormai due decenni in piccole e medie imprese e il dossier relativo a Cantiere del Pardo è uno dei più intriganti in assoluto. In effetti, il piano per l’acquisizione è stato affidato a Mediobanca per conto di due manager storici della Spa romagnola, Luigi Servidati e Fabio Planamente, entrambi detentori del 100% delle quote azionarie.

I due sono intenzionati a scendere di ben 60 punti percentuali (fino al 40% dunque), cercando di puntare su una espansione internazionale del cantiere ancora maggiore. Due anni fa avevano sottoscritto un aumento di capitale da 5 milioni di Euro. Da oltre 45 anni, Cantiere del Pardo è uno dei marchi più prestigiosi e apprezzati per la produzione di yacht eleganti, dalle elevate prestazioni, qualità e comfort. La storia delle alleanze con i fondi è davvero molto lunga. Nei primi anni 2000 faceva infatti capo al gruppo internazionale Rhone Capital, che aveva poi ceduto i cantieri ai tedeschi Bavaria. Nel 2015, dopo il turnaround, l’unico marchio del gruppo era Grand Soleil, ma il rilancio c’è stato con il brand a motore Pardo Yachts. Oggi su 50 milioni di giro d’affari, l’80% è generato dalle barche a motore e il 20% da quelle a vela.