info

cancel

trainIl piano di Joe Biden per sostenere le ferrovie americane

Il neo-presidente è un grande fan dei treni

Ferrovie dello Stato Italiane

L’attuale inquilino della Casa Bianca, Donald Trump, non ha intenzione di mollare la sua battaglia contro la presunta frode elettorale che lo avrebbe visto sconfitto nel corso delle recenti presidenziali a stelle e strisce. Il presidente ha però dato il via alla cosiddetta “transizione” che culminerà il prossimo 20 gennaio nel giuramento e insediamento del suo successore, Joe Biden. Il programma di quest’ultimo comincia a delinearsi, in particolare Biden dovrà far fronte alla crisi innescata dal coronavirus e secondo indiscrezioni giornalistiche si vorrebbe concentrare sulla ripresa dell’industria turistica in generale. Potrebbe iniziare una nuova stagione per il comparto dei viaggi messo così duramente alla prova dagli effetti del covid-19. Un settore a cui dare le giuste attenzioni dovrebbe essere quello ferroviario, visto che si parla con insistenza di investimenti corposi per quel che riguarda i binari a stelle e strisce.

Il sostegno alle ferrovie è atteso come non mai per un motivo molto semplice: Biden è un grande fan dei treni e nel corso degli anni si è dimostrato un fedele pendolare della compagnia locale Amtrak. L’amministrazione statunitense, però, dovrà “ricordarsi” anche di altre aziende e altri progetti, a partire dall’alta velocità. In quest’ultimo caso, si sta pensando ai convogli da far sfrecciare in Stati popolosi come ad esempio il Texas, la California e la Florida. Allo stesso tempo, non è intenzione del neo-presidente trascurare il corridoio su rotaia Nord-Est che collega due città importanti come Boston e Washington. Proprio in campagna elettorale, Biden è stato accusato di aver usato un po’ troppo frequentemente un treno-charter, gestito ancora una volta da Amtrak, una spesa che avrebbe stressato in modo eccessivo l’intero settore. Le insinuazioni sono state comunque rispedite al mittente.