info

cancel

trainPrende corpo il progetto di una monorotaia tra Rimini e San Marino

Si utilizzerebbe la stessa tecnologia di "People Mover"

Ferrovie dello Stato Italiane

Monorotaia, sempre monorotaia, fortissimamente monorotaia: i progetti che hanno come protagonista questo particolare mezzo di trasporto stanno convincendo sempre più Paesi e dopo l’annuncio della costruzione di una linea ferroviaria in Cina (a Wuhan per la precisione), potrebbe essere giunta la volta di San Marino. L’architetto Fernando De Simone ha presentato alla Repubblica del Titano l’iniziativa che prevede appunto una monorotaia sopraelevata in grado di collegare il piccolo Stato con la città di Rimini. La tecnologia da utilizzare potrebbe essere la stessa impiegata per People Mover, la navetta elettrica che collega la stazione ferroviaria Bologna Centrale all’aeroporto "Guglielmo Marconi".

In poche parole, la città romagnola e San Marino verrebbero unite da treni di piccole dimensioni (un terzo di quelle di un autobus) che percorreranno binari posti a cinque metri di altezza. Le soste ai semafori non sono previste e ci potrebbe essere anche un minor impatto ambientale. Inoltre, il costo per chilometro dovrebbe aggirarsi tra i 15 e i 20 milioni di Euro, anche se tutto dipenderà dalle stazioni effettive e dai passeggeri trasportati. Ma passiamo a parlare del tracciato: dove transiterà la monorotaia in questione? Si parla con insistenza di una partenza dal parcheggio dell’autostrada Rimini-Sud fino alla Superstrada locale e poi direttamente a San Marino, con la previsione di una diramazione importante verso l’aeroporto riminese. Qualsiasi monorotaia ha il vantaggio indiscutibile delle spese inferiori per quel che riguarda la costruzione: come è stato calcolato, infatti, serve circa un quarto della cifra necessaria per le metropolitane. Infine, il tragitto è destinato a durare non oltre 15 minuti, con una velocità massima di 80 chilometri orari.