info

directions_carUnione europea: nuova etichetta per pneumatici auto

Conterrà una serie di utili e preziose informazioni

Anas Anas

Ancora pochi mesi ed i pneumatici europei potranno contare su una etichetta nuova di zecca e molto utile per approfondirne qualsiasi informazione. A maggio, infatti, è prevista l’introduzione di questa novità fortemente voluta dall’Ue, ma di cosa si tratta esattamente? L’obiettivo è quello di garantire ad ogni automobilista dati certi e completi sulle caratteristiche delle gomme. L’etichetta prevede infatti classi di prestazione per quel che riguarda la resistenza, sia al rotolamento che alla frenata. Lo stesso discorso vale per la rumorosità e altri dettagli ancora. Tre semplici lettere andranno a identificare tutte queste performance su strada. A, B e C: sono queste le lettere da sfruttare in tal senso, oltre a un database che è stato approntato dalla stessa Unione europea: basterà un comunissimo codice QR e il gioco sarà fatto. Le novità non sono però finite: ogni conducente potrà sapere se il pneumatico da selezionare è adatto a diverse condizioni atmosferiche.

A partire sempre da maggio 2021, le informazioni dovranno essere rese disponibili sempre sull’etichetta anche per le gomme dei veicoli commerciali pesanti (Classe C3). Sulla nuova etichetta, le classi A e C restano invariate. Per auto e furgoni (C1 e C2), ci sarà l’assegnazione della classe D che non era stata riempita in precedenza. La rassicurazione principale è quella di un’etichetta semplice da capire e leggere, sempre al termine della scansione del codice. Il database ha preso il nome da una sigla: si tratta dell’Eprel, vale a dire l’European product registry for energy labelling. Le schede informative dei vari prodotti sono state inserite volta per volta e si potrà anche sapere a che momento corrisponde la fine della produzione del modello di gomma. Efficienza e semplicità, sono proprio questi gli obiettivi da raggiungere a partire dalla prossima primavera.