Friuli Venezia Giulia, security in chiave digital per le ferrovie

App Board Support a disposizione dei capitreno

Ferrovie dello Stato ItalianeFerrovie dello Stato Italiane

Un’app per segnalare ai capotreno del trasporto regionale del Friuli Venezia Giulia la presenza a bordo di un’agente delle Forze dell’Ordine e consentire loro di chiederne un rapido intervento in caso di emergenza. Uno strumento digitale in più a favore della security che, grazie anche alla presenza di telecamere digitali a bordo dei convogli, costituisce un plus del trasporto ferroviario gestito da Trenitalia. L’app si chiama ‘Board Support’ e aiuterà il capotreno a gestire le eventuali emergenze che dovessero verificarsi durante il viaggio. Ma come funziona esattamente questa applicazione? Il capotreno potrà accertare in tempo reale la presenza degli appartenenti alle Forze di Polizia che si saranno precedentemente registrati a bordo treno con un semplice click. Potrà così richiedere il loro intervento direttamente a bordo, senza dover attendere l’arrivo del treno in una stazione presidiata da agenti o dove ne ha richiesto telefonicamente la presenza. L’accordo è stato stipulato a Udine fra Trenitalia (Gruppo FS Italiane) e i rappresentanti di Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Penitenziaria, alla presenza dell’assessore alle Infrastrutture e Territorio della Regione Friuli Venezia Giulia, Graziano Pizzimenti e sarà operativo dal prossimo primo aprile. Il protocollo regolamenta la fruizione delle agevolazioni concesse dalla Regione sui treni oggetto del contratto di servizio. Pochi giorni fa si è parlato di questa stessa applicazione per quel che riguarda la Calabria: è il frutto di un protocollo che regolamenta la fruizione delle agevolazioni concesse dalla Regione sui treni oggetto del contratto di servizio con l’Associazione regionale dei trasporti. Si tratta di uno strumento digitale in più in favore della security che, grazie anche alla presenza di telecamere digitali a bordo dei convogli di ultima generazione, costituisce un plus del trasporto ferroviario gestito da Trenitalia.