Il Comune di Livorno alza la voce per la Darsena Europa

Annunciata una lettera al governo sulla mancanza nel Pnrr di risorse per il territorio toscano

Fincantieri

Il Comune di Livorno alza la voce. Non va giù quella che gli amministratori considerano una colpevole mancanza del Piano nazionale di ripresa e resilienza, mancanza che mette a rischio importanti progetti per il porto e per la città. "Nel Pnrr che il governo ha inviato in Europa, la parte relativa agli investimenti ferroviari prevede la realizzazione e il completamento delle reti di ferroviarie di Alta Velocità e Alta Capacità e il completamento del raccordo alle reti Ten-T al nord e al sud del Paese, ma manca il territorio toscano", spiega l'assessore al porto, Barbara Bonciani, sentita dal sito specializzato Corriere Marittimo. Un appello ma anche qualcosa di più, visto che è stata annunciata dal sindaco di Livorno, Luca Salvetti, una lettera al governo per chiarire la situazione.

"A nostro avviso mancano quegli investimenti che sono necessari per la Darsena Europa", sottolinea l'assessore Bonciani. La nuova Darsena Europa è il progetto simbolo del rilancio del porto di Livorno al servizio dell'economia regionale e nazionale, progetto la cui pianificazione logistica di terra prevede un ampio sviluppo sul piano ferroviario. "Questa nuova Darsena avrà bisogno di un percorso ferroviario rafforzato e di una intermodalità di un collegamento diretto al corridoio scandinavo che ad oggi non è intravisto nel documento strategico del governo - ribadisce con forza l'assessore - Con la lettera abbiamo chiesto al governo di attivarsi per trovare e ribadire la strategicità del territorio toscano e della tratta ferroviaria a supporto della Darsena Europa nell'ambito nazionale. Dal momento che l'opera è stata inserita tra le 57 opere strategiche per la nazione perché è di grande importanza per l'Italia".

"Con questa lettera - conclude Bonciani - vogliamo stimolare il governo a trovare questi finanziamenti all'interno di altre linee programmatiche e finanziarie che garantiscano che questi investimenti ferroviari vengano fatti".