info

directions_boatGrecia, Grimaldi interessata ad acquisizione porto di Igoumenitsa

La compagnia è tra quelle che hanno presentato un'offerta

La Grecia ha pubblicato da tempo il bando per ricevere le offerte e privatizzare il porto di Igoumenitsa. L’infrastruttura ellenica si trova nella periferia dell’Epiro e gestisce principalmente il traffico diretto verso l'Italia e la vicina isola di Corfù. Il porto è strategico come non mai se si parla di trasporto marittimo, sia per quel che riguarda i passeggeri che per i rotabili. Sono state finora 9 le offerte, come confermato dall’agenzia che si occupa dell’operazione che può essere riassunta con una semplice cifra: l’azienda prescelta avrà la possibilità di acquisire una quota pari al 67% del porto greco. Dal punto di vista cronologico, le ultime offerte sono giunte da Aegean Oil, Attica Holdings e un consorzio che è formato da Archirodon Group e Anek & Trident Hellas Group.

Gli altri nomi sono quelli di Danthia Shipping, MRG, Portek International, Quintana Infrastracture e Thessaloniki Port Authority, ma senza dubbio vale la pena ricordare che c’è anche un pezzo d’Italia in questa operazione. L’unica compagnia che rappresenta il nostro Paese è Grimaldi Euromed: si tratta di una delle sezioni principali di Grimaldi Group, oltre che una delle parti più attive per quel che concerne lo sviluppo del trasporto marittimo e della logistica. La privatizzazione del porto di Igoumenitsa non è stata un percorso semplice. Tutto è cominciato nel 2010 e nel corso di questo decennio, Atene è riuscita a raccogliere 7 miliardi di Euro.