Press
Agency

A Varazze Lusben conclude il refit del syuperyacht Far Far Away

Dopo 14 mesi di lavori la barca è stata allungata passando da 36,7 metri a quasi 47 metri

Lusben ha portato a termine nel cantiere di Varazze l’ambizioso refit di Far Far Away, superyacht progettato da Inace Yachts e consegnato all’armatore nel 2012. I lavori, iniziati nel novembre 2019, hanno comportato delle modifiche strutturali importanti, a partire dalla lunghezza dello scafo, che dai 36,7 metri inziali è arrivata a quasi 47 metri. È stata rivoluzionata l’intera struttura dello yacht per assicurare un incremento degli spazi di bordo con un decisivo miglioramento del comfort di ospiti ed equipaggio e un importante aumento dell’autonomia di navigazione.

"Credo non sia mai stato effettuato un lavoro di allungamento dello scafo così importante e rischioso e la struttura di Varazze si è rivelata la location ideale per queste operazioni tecnicamente complesse e a tratti delicate - spiega il comandante dello yacht, Meo Palmieri - Questa trasformazione ha implicato anche una serie di modifiche sul piano di lavoro iniziale alle quali lo staff Lusben ha risposto con prontezza, competenza e professionalità".

Lo yacht, realizzato dal cantiere brasiliano Inace Yachts, è stato affidato a Lusben per effettuare alcuni importanti interventi strutturali: primo fra tutti l'allungamento dello scafo, passato dalla misura originaria di 36,7 metri ai 46,2 metri attuali, ottenuti anche grazie all’inserimento di un modulo a centro barca di 8 metri, all’allungamento della spiaggetta di poppa di 1,5 metri e l’allungamento del bulbo prodiero di circa 1,5 metri.

FincantieriFincantieri

Tra gli altri interventi significativi, conclusi pochi giorni fa, ci sono stati l’installazione delle celle frigorifere da 9 metri quadri, di serbatoio aggiuntivo di acqua dolce da 5.000 litri di capienza e di 2 serbatoi di gasolio da 15.000 litri ciascuna circa, per una capienza totale di gasolio di 90.000 litri. Oltre a questo, l’inserimento di una lavanderia di 9 metri quadrati, l’aggiunta di una termocamera per la visione notturna, l’installazione di due nuovi generatori CAT da 99Kw ciascuno e di un sistema di due Twin Stern Thrusters da 60 Kw.

Grazie a queste modifiche, che hanno richiesto 14 mesi di lavori, l’autonomia di Ffa è quasi raddoppiata arrivando a 8.000 miglia nautiche, tanto che il superyacht è oggi in grado di affrontare una crociera di almeno tre mesi senza mai fare tappa in porto. Conseguenza di questi importanti e significativi interventi è stato poi il raggiungimento della doppia certificazione dello yacht, che oggi può essere destinato sia a uso privato sia commerciale. L’estensione dello scafo ha poi comportato ovviamente anche un decisivo aumento di volume, con l'ampliamento delle cabine e un passaggio dagli originari 10 ospiti in cinque cabine e 8 persone di equipaggio agli attuali 12 ospiti, sotto certificazione commerciale, e 15 ospiti sotto certificazione privata, in sette cabine e 8/9 persone di crew.

Simili

Fisco e dogane, temi caldi per il diportismo

Maurizio Balducci: "Presentata oggi la nuova guida che raccoglie le regole e dà delle certezze agli operatori che si devono approcciare al nostro settore"

"Nautica, fisco e dogane" è il titolo del convegno che si è svolto questa mattina nella sala Forum al 61° Salone nautico di Genova. Sono intervenuti a dibattere un tema tanto delicato e sempre in prima pa... segue

Salone nautico tutto esaurito per domani

Già oggi i biglietti sono sold out. Qualche malumore per le code al'ingresso

Il 61° Salone Nautico di Genova è già sold out per la giornata di domani sabato 18 settembre. Lo comunica l'organizzazione precisando che la disponibilità degli accessi ha raggiunto il limite massimo e o... segue

Il Nautico di Genova ha bisogno di un aeroporto all'altezza

Carla Demaria: "Lo scalo ligure deve stare al passo, deve poter accogliere gli stranieri a cui teniamo per il futuro sviluppo del Salone"

È stata presidente di Ucina, l'attuale Confindustria Nautica. Ma soprattutto Carla Demaria è stata la prima donna a capo dell'associazione dei costruttori nautici a curare l'organizzazione d... segue