info

cancel

directions_carTesla, nel 2020 vendute 500 mila vetture

Si tratta del miglior risultato di sempre

Il 2020 è stato accantonato senza troppi complimenti un po’ da tutti: la pandemia da coronavirus farà sempre parlare male di questo anno, eppure c’è anche chi ricorderà con gioia i dodici mesi appena trascorsi. Si sta parlando di Tesla, compagnia fondata da Elon Musk e celebre per le sue auto elettriche. Alla data del 31 dicembre scorso, infatti, la compagnia americana è stata capace di sfiorare quota 500 mila auto vendute, un aumento importante rispetto a quanto avvenuto nel corso del 2019. Si sta parlando di un rialzo pari al 36% su base annua, una percentuale che desta sensazione vista la concomitante contrazione di qualsiasi mercato. Le vetture vendute nel 2020 da Tesla sono state esattamente 499.550, dunque vale la pena approfondire quali sono stati i modelli più gettonati: gran parte delle compravendite ha riguardato Model Y e Model 3 (oltre 442 mila unità), mentre le restanti 57 mila auto sono state Model S e X.

Lo scorso anno ci si era fermati invece a 367.500 macchine per la precisione. Si tratta di un record assoluto e reso possibile da una serie di fattori. Il quarto trimestre (ottobre, novembre e dicembre) ha contribuito non poco alla crescita con ben 180 mila consegne: il massimo che si era riusciti a fare in precedenza erano le 139 mila vetture di qualche tempo fa, sempre nell’ultimo trimestre. La capitalizzazione di mercato si è quindi ulteriormente irrobustita, tanto è vero che sono stati sfiorati i 670 miliardi di dollari. L’aumento della produzione è stato favorito poi dal nuovo stabilimento che si trova in Cina, nello specifico nella città do Shanghai. Nell’ex impero celeste si producono sia Model Y che Model 3 e i numeri non potevano che beneficiare di questo contributo così sostanzioso. Intanto fervono i lavori per l’apertura di altri due promettenti impianti, vale a dire quello di Berlino e quello di Austin (Texas).