info

cancel

directions_carTesla vola in Borsa, Musk vende le sue case e pensa a Marte

Il titolo ha registrato un aumento del 600% in un anno

Ormai non ci si dovrebbe più stupire quando si annoverano i successi inanellati da Tesla. L’azienda automobilistica fondata da Elon Musk sta letteralmente volando in Borsa: al New York Stock Exchange il titolo ha registrato un rally impressionante di ben 600 punti percentuali e lo stesso volto rappresentativo e numero non sta certo con le mani in mano. Musk ha infatti concesso un’intervista al quotidiano “La Repubblica” e ha immaginato quello che potrebbe essere il suo futuro. L’imprenditore pensa con insistenza a Marte, tanto da ipotizzare lo sviluppo di una civiltà spaziale in quello che è noto come "pianeta rosso". La consapevolezza dei spese importanti ed enormi c’è tutta, ma Musk vuole andare avanti per la propria strada, vuole contribuire (come lui stesso ha affermato) a costruire una città marziana in tempi che non siano biblici.

Un altro obiettivo ambizioso da raggiungere è quello che prevede il rimpiazzo dell’1% della flotta globale ogni anno, visto che sulla Terra sono presenti 2 miliardi di veicoli tra auto e camion, un numero che non viene considerato più sostenibile. Il fondatore di Tesla si è lasciato andare persino a una serie di riflessioni, ammettendo cosa sta facendo del suo immenso patrimonio economico. Il secondo uomo più ricco del mondo ha confessato di aver venduto la sua residenza principale che si trova a Los Angeles due mesi fa: l’acquirente sarebbe un cittadino di nazionalità cinese e ora Musk vuole fare la stessa cosa con le altre abitazioni. Tornando a parlare di Marte, potrebbe essere raggiunto con SpaceX, l’azienda spaziale fondata in tempi non sospetti e che aveva fatto inizialmente storcere il naso. La sua previsione è quella di vedere il primo uomo sul pianeta tra 6 anni, ma anche in 4 si dovrebbe riuscire a ottenere un obiettivo tanto ambizioso. Una mente vulcanica e che non riesce a riposare, su questo non c’è dubbio.