info

cancel

directions_boatSempre più vicino il nuovo deposito di Lng Terminal a Livorno

Concluso l'iter autorizzativo potranno cominciare i lavori: 45 milioni di euro per 4 serbatoi da oltre 1.200 metri cubi ciascuno

Fincantieri

Si avvicina l’avvio dei lavori di costruzione del deposito costiero per il gas naturale liquefatto progettato da Livorno LNG Terminal, newco partecipata con quote paritetiche da Costiero Gas Livorno, joint-venture tra Enifuel e Liquigas (società attiva nella distribuzione di gpl) e Neri Vulcangas Investimenti, a sua volta joint-venture tra Neri Depositi Costieri e Società Italiana Gas Liquidi – Vulcangas. Nel corso del webinar "Sei anni dal lancio del piano per lo sviluppo del gnl in Italia: risultati e prospettive", organizzato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale con il supporto di Federmetano, Ivano Toni, di Livorno LNG Terminal, ha spiegato che lo scorso 8 luglio il progetto ha ricevuto il nulla osta di fattibilità.

I lavori del nuovo deposito, che sorgerà lungo il canale industriale del porto di Livorno e che avrà una capacità di poco meno di 5.000 metri cubi, garantita da 4 serbatoi da oltre 1.200 metri cubi ciascuno, inizieranno non appena l’iter autorizzativo sarà integralmente concluso e dureranno circa 24 mesi. Una volta entrata in attività, grazie a un investimento complessivo di 45 milioni di euro, la struttura potrà rifornire sia navi bettoline che camion cisterna, grazie a 4 apposite baie di carico. La movimentazione annua è stata stimata in circa 150.000 tonnellate di gas naturale liquefatto, che potrà provenire da altri depositi maggiori o anche dal vicino rigassificatore di Livorno, ovvero la Fsru Toscana.

L'impianto gestito da Olt Offshore, a sua volta si sta attrezzando per avviare le attività in ambito small scale. L’Amministratore delegato della società controllata da Snam e dal fondo First State Giovanni Giorgi ha confermato che, dopo il via libera definitivo del Mise ottenuto lo scorso ottobre, "Olt ha già completato la selezione dei fornitori dell’equipment necessario: entro fine mese partiranno gli ordini di acquisto di questi equipaggiamenti. I lavori di upgrade del terminale dureranno circa un anno, e dovremmo essere pronti a partire con le attività di small scale GNL nel corso dell’ultimo trimestre del 2021".