info

cancel

directions_carAuto. Novembre negativo per Alfa Romeo

Le vendite sono calate di nuovo in Italia

Non è stato affatto un bel mese di novembre quello che ha affrontato uno dei principali brand automobilistici del nostro Paese. Stiamo parlando di Alfa Romeo, alle prese con poche vendite e perdite che non riescano ad essere limate del tutto. Entrando maggiormente nel dettaglio dei numeri, la casa torinese ha registrato 138 mila vetture vendute, un totale che significa che c’è stato un calo di 8 punti percentuali rispetto allo stesso periodo di un anno fa. La quota di mercato del "Biscione" nel Belpaese si è attestata attorno all’1,43%, con i dati dell’anno parziale che continuano ad essere negativi come non mai. In particolare, nei primi undici mesi di questo tormentato 2020, le unità vendute in territorio italiano sono state oltre 15 mila, in calo del 35% su base annua. Nello stesso arco temporale appena esaminato, comunque, il mercato auto nostrano ha fatto registrare un non proprio rassicurante -29%.

Le previsioni di chiusura dell’anno sono presto dette: secondo analisti ed esperti, infatti, aggiungendo anche il mese di dicembre appena cominciato, si rimarrà al di sotto delle 18 mila auto vendute in Italia, con una flessione più marcata rispetto all’intero comparto nazionale. Qualche soddisfazione l’ha riservata l’Alfa Romeo Stelvio, il Suv che ha rappresentato oltre il 50% delle vendite totali del marchio piemontese (più di mille unità per la precisione). Nel confronto con i dati dello stesso periodo dello scorso anno, lo Stelvio fa registrare un calo del -32%. Lo Sport Utility Vehicle, in ogni caso, continua a mantenere, saldamente, la leadership del suo segmento di mercato. Cosa accadrà invece nel 2021? Le novità non dovrebbero essere sensazionali, più che altro si punterà tutto sul restyling di due modelli molto apprezzati, il già citato Stelvio e Giulia. I progetti verranno abbinati alle nuove varianti ibride, nonostante non sia stata resa nota una data ufficiale per quel che riguarda il debutto.