info

Transport press agency

directions_carAlfa Romeo, un nuovo modello ogni anno entro il 2023

Le vendite del marchio sono piuttosto negative

Stellantis è una realtà sempre più vicina. Ancora un mese: a novembre dovrebbe arrivare l’atteso via libera da parte dell’Unione Europea alla fusione tra Fiat Chrysler e Psa, unione di forze che darà vita al gruppo che assumerà appunto questo nome. Tra i marchi su cui si punterà maggiormente ci sarà senza dubbio Alfa Romeo. Le novità di gamma non sono certo la caratteristica principale degli ultimi anni di questa azienda, pronta comunque a colmare in tempi rapidi la lacuna. 

Le vendite non stanno andando affatto bene e uno dei primi pensieri dell’amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares, è quello di dare fiducia al brand del “biscione”. Le ultime indiscrezioni fanno riferimento al possibile lancio di un nuovo modello ogni anno. Il 2021 sarà il momento del debutto di questa nuova produzione, con la proposta di Alfa Romeo Tonale, Sport utility vehicle che è destinato a rimpiazzare Giulietta (quest’ultimo modello non verrà più prodotto a partire dal prossimo mese di dicembre). 

Nel 2022, invece, dovrebbe essere la volta di Alfa Romeo B-Suv, il cui nome ufficiale dovrebbe essere “Milano” oppure “Brennero”, sempre con l’ultimo mese dell’anno a lasciare spazio alla presentazione: si dovrebbe trattare della prima auto elettrica al 100% dello storico marchio. Nel 2023, poi, dato che non c’è due senza tre, si punterà su un Suv molto più grande, altrimenti ci potrebbe essere il ritorno (molto gradito) della Giulietta. Per i mesi successivi si dovrà attendere con tutta probabilità l'annuncio della fusione e degli obiettivi.